Loading...

Gastroscopia per Diagnosticare la Celiachia

gastoscopia celiachiaLa gastroscopia è un esame molto utile nel caso in cui il medico curante sospetti, appunto, la presenza di celiachia o di semplice intolleranza al glutine. Si tratta di uno strumento diagnostico molto comune, che viene utilizzato non solo per individuare la presenza della celiachia, ma anche per andare ad avere contezza di quella che è la condizione del nostro stomaco in generale.

Vediamo insieme quali siano i pro e i contro di questa diagnosi, o meglio, tentata diagnosi, in quanto comunque non riesce a fornire risultati definitivi e certi sulla presenza o meno di celiachia nel paziente che vi si sottopone.

Che cos’è la gastroscopia?

La gastroscopia è uno strumento diagnostico che ci permette di andare a controllare, con i nostri stessi occhi, le condizioni del nostro stomaco. Viene messa in pratica ricorrendo ad un tubo flessibile, alla cui estremità è fissata una telecamera di piccolissime dimensioni, collegata ad un monitor attraverso il quale il medico sarà in grado di andare ad accertarsi sulle condizioni di salute del nostro stomaco.

Si tratta di un esame fondamentale anche durante la celiachia, in quanto si può, tramite questo strumento diagnostico, andare ad accertarsi dello stato di salute della mucosa che ricopre lo stomaco (e che nel caso di presenza di celiachia, potrebbe apparire infiammata, se non addirittura ulcerosa).

Solo successivamente alle analisi del sangue

Esiste però un ordine temporale nello svolgimento dei test necessari per individuare o meno la presenza di celiachia. Si parte infatti con le analisi del sangue, con il test che è teso ad individuare la presenza di determinati anticorpi, che possono essere segnale della presenza della celiachia. In caso di esito positivo, si passa alla gastroscopia, che sarà in grado di fornire un ulteriore dato al medico curante, per poi terminare invece con la biopsia intestinale, unico strumento in grado di attestare al 100% la presenza o meno della celiachia o anche di una mera intolleranza.

Perché non subito la biopsia?

La biopsia viene in genere lasciata come ultimo strumento diagnostico a disposizione di chi vuole accertarsi della presenza o meno della celiachia, in quanto purtroppo si tratta di un test estremamente invasivo, soprattutto se paragonato alla semplicità con la quale si può svolgere un esame del sangue oppure, appunto, la gastroscopia.

Sottoporsi alla gastroscopia non porta via che pochi minuti, successivamente ai quali anche i pazienti più piccoli possono tornare a casa senza problemi, sulle loro gambe.

Articoli che ci piacciono

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Okceliachia.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons